Seguici sui social network

Cosa faccio se il mio pc portatile si scalda troppo?

Il sistema di raffreddamento interno dei pc portatili non è sempre in grado di abbassare il calore prodotto da processore, scheda video e hard disk a causa delle elevate temperature estive, della presenza di polvere o per il danneggiamento del sistema stesso. Tutto ciò può provocare rallentamenti, crash improvvisi e l'usura prematura dei componenti perchè il computer, come qualsiasi prodotto elettronico che raggiunge una temperatura superiore a quella ideale, si deteriora prima quindi per preservarlo è auspicabile mantenere una temperatura entro i limiti. Attraverso dei sistemi di raffreddamento esterni chiamati coolerpad si può facilmente risolvere questo problema, ma chiunque di noi ne voglia comprare uno deve prima scegliere se acquistare una base raffreddante attiva o passiva. I primi sono alimentati generalmente via USB e attraverso una o più ventole abbassano la temperatura del vostro notebook, mentre quelli passivi sfruttano le sostanze termoconduttive che reagiscono a contatto con fonti di calore trasformandosi da uno stato solido a uno stato liquido. Questa tipologia ha alcuni vantaggi: non occupano nessuna USB del pc, non sono rumorosi vista l'assenza di ventole, occupano uno spazio molto ridotto e sono facilmente trasportabili. Per i più esigenti esistono anche sistemi di raffreddamento con funzionalità aggiuntive come la possibilità di inclinarlo, di usarlo a letto, di avere all'interno le casse audio, di disporre di una la superficie antiscivolo, di collocare a piacimento le ventole, essere ergonomici o addirittura integrare una HUB USB.

Vota »
VN:F [1.9.20_1166]
0
0

Lascia un commento

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito Web.. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Il tuo indirizzo email non verrà mai condiviso. I campi obbligatori sono segnati con *


× 4 = quattro