Seguici sui social network

Cosa faccio per organizzare una festa a sorpresa?

Ci siamo: si avvicina il giorno del compleanno del nostro migliore amico, o del partner, di mamma o di papà o di nostro figlio. Quest'anno ci vogliamo occupare in prima persona dei festeggiamenti: vogliamo renderli speciali, indimenticabili, ma dato che è un'occasione importante vogliamo anche che sia una sorpresa. Non sarà facile mantenere il segreto e allo stesso tempo occuparsi di tutto senza destare il minimo sospetto sul diretto interessato. Ci riusciremo? Sia che si tratti di una festa di compleanno, di un addio al celibato/nubilato o di un'altra occasione speciale, ci sono molti aspetti da tenere in considerazione. A chi rivolgerci? Dove organizzare la festa? Chi invitare? Come dobbiamo muoverci? Per voi ecco alcuni consigli utili.

Per prima cosa si devono scegliere gli invitati: è necessario contattare tutti i partecipanti, facendosi aiutare da qualcuno di fiducia che come noi conosce bene il festeggiato/a in modo da essere assolutamente certi di non dimenticarci di nessuno. Potrebbero esserci degli amici non in comune, o dei colleghi di lavoro che non conosciamo, o dei parenti dei quali non eravamo a conoscenza ma che se ci fossero anche loro sarebbe davvero una bella festa! La cosa fondamentale da ricordare quando si contattano gli invitati è l'assoluta segretezza dell'evento: se qualcuno si lascia scappare qualcosa, allora che sorpresa è! Per cui, sottolineate anche più volte il fatto che il diretto interessato ne deve rimanere totalmente all'oscuro, in modo da garantire la perfetta riuscita dell'evento.

A questo punto, se possiamo contare sull'aiuto di qualche complice, una cosa saggia sarebbe quella di dividersi i compiti. Qualcuno potrebbe occuparsi di trovare il posto e prenotare se necessario (nel caso di ristorante o pizzeria), qualcun'altro nel frattempo può occuparsi di eventuali addobbi, altri del cibo e delle bevande e altri ancora della musica. Ma come procedere?

Una volta contattati tutti gli invitati, e quando abbiamo grosso modo un'idea del numero di persone che interverranno, arriva il momento di scegliere la location: a casa nostra, o comunque di un amico o a casa dello stesso festeggiato (in questo caso è naturalmente importante la complicità dei genitori o del partner), oppure al pub, al ristorante, in pizzeria, in discoteca (magari quest'ultimo per un addio al celibato/nubilato). In alternativa, se saranno previste molte persone, possiamo pensare di affittare un locale, come una sala comunale, una sala di un hotel o un salone parrocchiale: in questo caso, per le spese di affitto, possiamo farci aiutare dagli altri amici, parenti, o quanto meno da quelli più stretti e più affezionati. Ricordiamoci che, se possibile, il posto scelto dovrebbe essere un posto che piace al festeggiato e al quale magari è legato per piacevoli trascorsi. Tenetelo presente al momento della scelta.

Se abbiamo affittato un locale o ci troviamo in una casa privata possiamo occuparci anche degli addobbi: festoni, palloncini, stelle filanti, magari anche cappellini e trombette e meglio se personalizzati, con il nome della persona festeggiata. E perché non fare anche dei fotomontaggi da appendere sulle pareti? Possiamo farci aiutare da parenti, amici, colleghi di lavoro e i vari social network a ricercare foto della persona in questione: provenienti dalla sua infanzia, dalla sua adolescenza, con gli amici, magari anche in situazioni imbarazzanti (meglio se non troppo ovviamente), in modo da ripercorrere con lui/lei tutti i bei momenti che l'hanno portato/a a questa bella serata tutti insieme. Vedrete che ne sarà commosso/a e felicissimo/a.

Per quanto riguarda le vivande. Chiaramente se abbiamo prenotato in pizzeria o al ristorante dovremo preoccuparci di scegliere il menu, lasciando comunque la possibilità a chiunque di variarlo (nel caso di allergie, intolleranze alimentari o semplicemente gusti diversi). Meglio non scegliere pietanze troppo elaborate per essere sicuri di andare incontro ai gusti di quasi tutti e in ogni caso abbiamo cura di rispettare i gusti del protagonista della serata, per cui informiamoci prima sui suoi piatti preferiti. Se invece saremo noi a doverci occupare anche del lato culinario, la scelta migliore sarà sicuramente quella di preparare un buffet a base di salatini, patatine, antipasti, pizzette, frittatine, bruschette, torte salate , insalate di farro, riso, magari anche cous cous e dolci vari, meglio se sarete in più ad occuparvene in modo da fare prima e curare meglio i particolari. Fate attenzione a quanta roba preparate: dovrà bastare per tutti i partecipanti e anche per eventuali bis. Specialmente se si tratta di una festa di compleanno, non dimenticatevi di torta e candeline. Per quanto riguarda le bevande, ovviamente ricordatevi che se la festa è per bambini non dovranno essere presenti bevande alcoliche. In tutti gli altri casi portate acqua, bibite varie, vino, birra, cocktails, spumante e digestivi vari. Portate dei termos (vanno bene anche quelli da campeggio se non ne avete altri) per conservare il caffé che avrete preparato poco prima di iniziare la festa, a meno che non riusciate ad organizzarvi con delle macchine espresso sul posto, magari quelle che funzionano con capsule o cialde monodose. Meglio i bicchieri di plastica, anche colorati o trasparenti se preferite.

Per la scelta della musica, dovrete affidarvi soprattutto ai gusti del festeggiato, nonché al contesto in cui vi trovate (pensare di far ballare l'house music ai nonni settantenni non è certamente la scelta migliore, anche se avete organizzato la festa per vostro figlio quindicenne). Per cui: musica da discoteca sì, ma solo se gli invitati sono perlopiù tutti giovani; sì ai balli di gruppo o canzoni dei cantanti e gruppi preferiti del festeggiato o anche canzoni per bambini o sigle dei cartoni animati per le feste con i più piccoli. Fate in modo che la musica sia presente per tutta la durata dell'evento, magari anche solo come sottofondo mentre si mangia. Dotatevi quindi di uno stereo con delle casse da posizionare negli angoli della sala, o di un pc portatile. Se il festeggiato lo gradisce, è molto divertente anche il karaoke se riuscite ad organizzarvi con un microfono e software dedicati. In alternativa potete fare intervenire un gruppo che suona dal vivo per le serate o un dj, ma chiaramente si tratta di un'opzione più costosa.

Ora che vi siete occupati dei preparativi, sarà importante fare arrivare il protagonista alla sua festa. Ma come? Innanzitutto, fate in modo che tutti gli invitati si trovino sul posto prima del suo arrivo e possibilmente al buio e in silenzio. Poi, solo in pochi (amici o parenti) convincete la persona coinvolta che uscirete a festeggiare, soltanto voi presenti: cercate di essere convincenti. Recatevi quindi sul posto, tutti insieme, cercando di non destare sospetti, magari instaurando una conversazione che lo/la impegni molto, così da non accorgersi di cosa sta per accadere.

E infine... SORPRESA!!!! Complimenti, siete riusciti nel vostro intento. E ora godetevi i festeggiamenti!

Vota »
VN:F [1.9.20_1166]
1
0

Lascia un commento

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito Web.. Puoi anche ricevere questi commenti via RSS.

Il tuo indirizzo email non verrà mai condiviso. I campi obbligatori sono segnati con *


+ 9 = dieci